Chemtech

13/10/2016

Terminator si aggiudica la medaglia d’oro per l’innovazione all’Intervitis Interfructa 2016

Nella moderna industria vinicola è indispensabile separare rapidamente le fecce di vino per ottenere migliori prestazioni e una maggiore finezza. Infatti, la frazione solida è responsabile dello sviluppo di odori e costituisce un punto di ancoraggio per gli enzimi di ossidazione e batteri.

Con Terminator TMCI Padovan ha voluto ulteriormente concentrare i solidi con l’obiettivo di 92-95%. Terminator si basa sulla tecnologia del disco poroso, ma con un unico passaggio diretto conpressione progressiva, incontrando così requisiti di economia di gestione, massimo rispetto delle caratteristiche organolettiche del prodotto ed eco-friendly.
Terminator si basa sul principio di un flusso in ingresso dal basso verso l’alto all’interno di una camera di filtrazione che contiene alcuni dischi ceramici microporosi che ruotano a 120-250 rpm
I dischi sono montati su un albero cavo. Il prodotto penetra attraverso i dischi ceramici, vengono raccolte all’interno degli alberi stessi e scaricato una volta che è permeato. La rotazione dei dischi ceramici genera velocità elevate nel prodotto da filtrare. I movimenti nelle zone di sovrapposizione con i dischi anulari minimizzano la formazione di eventuali incrostazioni sulle membrane. Inoltre, la forza centrifuga agisce sul materiale incrostato rimuovendolo costantemente verso l’esterno. Il sistema è alimentato da una pompa mono e la pressione interna è regolata da una valvola di contropressione controllata automaticamente dal PLC.